Casa Organica: l'Eden del lettore

Chissà se l'architetto Javier Senosiain si ispirò alle visioni della tolkeniana Hobbiville (delizioso villaggio in cui vivono gli hobbit) quando, nei primi anni '80, progettò e realizzò la Casa Organica, 175 mq sotterranei completamente ricoperti da un meraviglioso prato inglese e nascosti nel cuore del quartiere residenziale Vista della Valle di Naucalpan de Juárez, in Messico.

(Scorcio di Hobbiville, set neozelandese della saga de "Il Signore degli Anelli")


L'idea fu quella di coniugare al meglio l'esigenza abitativa con il rispetto dell'ambiente, impattando il meno possibile sullo scenario circostante.

Di qui, la scelta di preferire delle linee sinuose che seguissero il più possibile il profilo del terreno e di propendere per l'utilizzo di materiali facilmente plasmabili attraverso i quali donare alla costruzione una maggior capacità di integrarsi con il contesto.

Questa specie di grotta che si dipana sotto un bellissimo giardino, ha una forma che facilita la ventilazione interna ed è rivestita da polvere di marmo e cemento bianco che le donano un effetto molto naturale.

Ad illuminare il tutto, ci pensano le numerose cupole e finestre disseminate un po' ovunque.

E poi ci sono tanti piccoli angoli che ospitano scaffali integrati nel ferrocemento della struttura. Davvero una meraviglia per gli occhi e per l'anima.




Photo credit: via web.


© Tutti i diritti riservati. © All rights reserved.