Di libri si può morire

Lo scrivo senza troppi giri di parole: di libri si può morire e non in senso figurato. Nella storia della bibliofilia, infatti, tanti sono i casi di lettori appassionati deceduti per essere stati travolti dalla loro stessa collezione. Eccovi un esempio: la notte del 3 febbraio 1731, scoppiò un incendio nel palazzo reale di Bruxelles. I libri della biblioteca, conservati in una torre, furono gettati dalle finestre, e a quanto sembra un pesantissimo volume in-folio uccise una persona che si trovava casualmente sulla sua traiettoria di caduta.

Provate ad immaginare cosa significhi essere colpiti e sepolti da grossi volumi dal formato in-folio (altezza superiore ai 38 cm) o, se proprio la fortuna vi ha abbandonato, dal gigantesco formato in-plano (anche detto formato atlantico).





© Tutti i diritti riservati.

© All rights reserved.