Lucca e la sua "Piazzetta del libro"

L'amore per i mercatini di libri usati è qualcosa che accomuna buona parte di noi. Fermarsi a curiosare fra banchi e scaffali alla ricerca di qualche chicca di carta, annusando il profumo di vecchi volumi ingialliti, è indubbiamente qualcosa dal fascino irresistibile.

Novelli cercatori d'oro, i frequentatori delle bancarelle frugano come in trance tra mensole e ripiani cercando il libro giusto, quello tanto agognato o quello sconosciuto che ci conquista al primo sguardo.

Grazie al duro lavoro dei librai di strada, una moltitudine di libri letti e poi riposti nello scaffale di casa o, peggio, in cantina, riprendono a vivere partendo per viaggi inaspettati e spesso sorprendenti.

Questi libri hanno vissuto chissà quante vite in chissà quali luoghi. Quante storie potrebbero raccontarci!

Per nostra fortuna, l'Italia è piena di posti che, soprattutto in primavera e in estate, ospitano librai di strada che propongono la loro affascinante merce sotto un portico, in una piazza o ai lati di una strada.

Uno dei più affascinanti si trova in una piazzetta incastonata nel bellissimo centro storico di Lucca che, nel lontano 1996, una delibera del consiglio comunale individuò per ospitare il "Mercato rionale, specializzato per la vendita di libri usati e di seconda mano”.

Il mese di aprile dell'anno successivo, la piazza iniziò ad ospitare le bancarelle dei librai storici di Lucca. Nacque quella che il passaparola ha trasformato nella Piazzetta del libro di Lucca.

Da quel giorno, tra alti e bassi, la piazzetta resiste al passare del tempo, al cambiamento dei gusti e dei comportamenti nella Società e all'assedio delle grandi catene di libri che hanno cannibalizzato quasi tutte le librerie indipendenti di Lucca. Un fenomeno, questo, che ormai caratterizza tristemente buona parte delle città italiane.

Nel 2017, come regalo per festeggiare i primi 20 anni di vita, gli operatori della Piazzetta, formalizzarono il gemellaggio con la celeberrima Association culturelle des bouquinistes che raccoglie oltre 200 bouquinistes, patrimonio mondiale dell’Unesco che, seguendo una tradizione che si perde nei secoli, vendono i loro libri lungo un tratto della Senna nel cuore di Parigi.

Oggi più che mai, avere libri in casa ha perso l'aura sacrale di un tempo. Molte famiglie se ne disfano con estrema facilità per fare spazio ad ingombranti oggetti di consumo che, spesso, verranno sostituiti nell'arco di qualche anno.

Rimettendo in circolo i vecchi volumi, i librai della Piazzetta dei libri di Lucca e i tanti altri sparsi in giro per l'Italia, l'Europa e il resto del mondo, contribuiscono a ridonare vita a pezzi importanti della nostra cultura.

Contribuiscono a preservare e a diffondere pezzi di memoria.



Photo credit: via Instragram.


© Tutti i diritti riservati.

© All rights reserved.