Storia di un sogno chiamato "Atlantis Books"

Nella primavera del 2002, due ventenni inglesi passarono alcuni giorni indimenticabili nella magica isola di Santorini.

Appassionati lettori, trovarono solo un difetto alla vacanza: in quel Paradiso mancavano librerie che proponessero letture in lingua inglese. Ritornati a casa, illustrarono la loro idea ad alcuni amici che si mostrarono subito entusiasti di buttarsi a capofitto in un progetto all'apparenza un po' folle e molto complicato.

Nell'inverno 2004 un gruppo di ragazzi provenienti da Inghilterra, Stati Uniti e Cipro, partì con un furgone da Londra verso la regina delle Cicladi.

Dopo un lungo viaggio trovarono in pochi giorni un vecchio edificio a Oia e sorseggiando del whisky firmarono un contratto di locazione.

Il gruppetto non perse tempo: venne aperto un conto in banca, venne risistemato il locale, vennero costruiti gli scaffali che, in men che non si dica, furono riempiti di libri. Presi anche un cane e un gatto, era arrivato il momento di inaugurare l'Atlantis Books.

Incastonata tra i suggestivi vicoli di Santorini e affacciata sul mare, sin dalla sua apertura questa libreria vive con l'obiettivo di portare arte, letteratura e condivisione in uno dei luoghi più belli del mondo.

Da quel primo giorno sono passati quasi venti anni. Il cane e il gatto sono cambiati, alcuni dei fondatori si sono sposati, hanno avuto figli e pensano, sorridendo, a come un giorno i marmocchi porteranno avanti il loro sogno.



Photo credit: via web.


© Tutti i diritti riservati. © All rights reserved.